«Ghe se de tuto come aea Fiera del Soco»

MERCATO ALL’APERTO

Alla Fiera del Soco non può mancare una delle attrattive tradizionali, ovvero il grande Mercato all’aperto dove, lungo dieci chilometri di bancarelle come dice il detto, si può veramente trovare di tutto. Dai capi di abbigliamento agli accessori per la casa, dagli attrezzi alle borse e cinture, dagli articoli di profumeria agli articoli di arredo e oggettistica, dai piccoli elettrodomestici ai prodotti per la pulizia, e tutto quello che può venirvi in mente.

Si può passeggiare per via Mazzini e via Celotto, fino ad arrivare in Piazza Europa Unita per poi scegliere se proseguire a nord lungo via Serenissima e il Luna Park, o a sud lungo via Kennedy, e poi completare l’anello lungo via Pioppi e risalire attraverso via Garibaldi, che reimmette su via Beggiato e via Roma e fare dei buoni acquisti fra le migliaia di prodotti proposti. Sicuramente si troverà qualcosa di utile, ma anche qualcosa di sfizioso, qualcosa di curioso e di cui nemmeno si pensava di aver bisogno, e soprattutto qualcosa a misura del proprio portafoglio, aspetto indubbiamente gradito ai visitatori della Fiera.

Per risolvere il problema zanzare ci si può rivolgere allo stand di ZanzarStore, professionisti nella vendita, installazione e riparazione di zanzariere tendaggi e pergolati, mentre da Mapa Caminetti, si possono trovare soluzioni per riscaldare in modo tradizionale, e nello stesso tempo moderno, la propria abitazione.

E, in occasione del Martedì in Rosa, anche le bancarelle della Fiera si vestiranno di…rosa e avranno proposte speciali e sconti dedicati alle donne.

Non si può quindi arrivare in Fiera e non fare un giro fra le strade del Mercato all’aperto dove fare shopping, oppure fare una sosta per gustare qualche proposta dello Street food con specialità delle varie regioni italiane e dell’estero.

La passeggiata deve sicuramente prevedere un giro in Area Oro Sud Tesinella e in Via Fanti d’Italia, il luogo per eccellenza dove trovarsi per mangiare e bere qualcosa e dove c’è solo l’imbarazzo della scelta. Si può fare una sosta per gustare del buon pesce alla Pescheria da Marco e Arabela, di Piazzola sul Brenta, che in Fiera faranno assaggiare il meglio del pesce crudo, la frittura mista e il tonno in crosta di pistacchi.

Si può poi bere un buon amaro, ed acquistarlo, allo stand di Braulio Amaro Alpino, l’amaro che prende il nome da uno dei monti che circondano la conca di Bormio e che unisce sapientemente erbe, fiori, radici e bacche per una ricetta segreta che da secoli riscuote successo. Oppure assaporare i profumi e sapori dell’ambiente e della tradizione trentina con il parapampoli del Rifugio Crucolo che si trova ai piedi del Lagorai e che porterà a Grisignano i suoi prodotti. E per gli amanti del gin allo Stand 616 in Area Oro Sud Tesinella si potrà bere il vero Italian Mule Party con l’originale Roby Marton Gin, il gin made in Italy prodotto secondo le antiche tradizioni inglesi.

Partner

Media Partner