Seleziona una pagina

Il coordinamento si è già riunito in Questura. L’area fieristica sarà una grande isola pedonale, con il transito consentito solo a residenti e operatori muniti di pass. Sempre garantito l’accesso all’autostrada. Tutte le indicazioni saranno pubblicate sul sito della Fiera

Fervono a Grisignano di Zocco i preparativi per l’Antica Fiera del Soco, la Fiera più antica e partecipata del Veneto che ogni anno richiama nell’arco di una settimana circa 800 mila visitatori nel paese a metà strada tra Vicenza e Padova (l’edizione 2019 sarà da venerdì 6 a giovedì 12 settembre). Un evento di questo rilievo necessita di un adeguato piano relativo a sicurezza e viabilità, che si è rivelato molto efficiente nelle ultime edizioni. Nei giorni scorsi si è tenuto uno specifico tavolo di confronto presso la Questura di Vicenza con la partecipazione di tutte le forze dell’ordine, le associazioni e gli addetti alla security coinvolti nella sorveglianza dell’evento.

Per quanto riguarda il traffico, verranno confermate le modifiche alla viabilità che trasformeranno il centro di Grisignano in una grande area pedonale, con transito consentito ai soli residenti muniti di pass. I punti di accesso e informazione saranno gestiti, oltre che dalla Polizia Locale, anche dal personale appositamente formato per questo tipo di servizi della Protezione Civile Ana Vicenza, con la presenza costante in Fiera dei Carabinieri, discreta ma sempre attiva e rassicurante. Venendo da Padova il punto di accoglienza sarà predisposto davanti al ristorante “Al Zocco”; da Vicenza all’incrocio con via De Gasperi; da Montegalda in via Kennedy all’altezza della rotatoria con la bretella; da Camisano in via Serenissima all’altezza dell’incrocio con via De Gasperi. Se ne ravvisassero l’opportunità, gli addetti ai punti d’accesso potranno anche utilizzare dei metal detector mobili.

I visitatori potranno lasciare l’auto in uno dei tanti parcheggi a disposizione all’ingresso dell’area fieristica, che diverrà così una grande isola completamente pedonale, con il servizio gratuito del trenino-navetta che farà continuamente la spola tra le principali aree della manifestazione. Ovviamente sarà consentito il transito agli operatori fieristici (espositori, artisti, iscritti ad eventi speciali) in possesso del pass rilasciato dall’Ente Fiera, mentre per quanto riguarda i residenti i permessi vanno richiesti in Comune (verrà inviata una lettera specifica ad ogni famiglia); all’interno dell’isola pedonale sarà impedito il parcheggio a bordo marciapiede anche ai residenti, che dunque dovranno lasciare l’auto nella propria rimessa o – per chi ne fosse sprovvisto – nelle aree parcheggio della Fiera con apposito pass, sempre da richiedere in Comune.

A chi invece si trovasse solo a transitare da Grisignano volesse “bypassare” la Fiera è suggerito l’utilizzo dell’autostrada, con il casello sempre accessibile da qualunque direzione tramite deviazioni e indicazioni in loco; in alternativa è possibile il passaggio a nord attraverso il territorio comunale di Camisano (venendo da Padova) o lo svincolo autostradale (venendo da Vicenza), oppure a sud da entrambe le direzioni per il territorio di Montegalda. Anche in questo caso, le deviazioni e le indicazioni saranno ben visibili in loco, e saranno consultabili online sul sito della Fiera.

«Come sempre saranno giorni intensi e particolari. Siamo ben consapevoli degli inevitabili disagi,  talora di non poco conto, che tutti noi che abitiamo a Grisignano dovremo affrontare in questa settimana “extra-ordinaria” – spiegano il sindaco Stefano Lain e l’amministratore unico della Fiera, Marco Casarotto -. Ringraziamo tutte le forze dell’ordine, i volontari e i nostri concittadini per la fondamentale collaborazione e lo splendido spirito di accoglienza che ogni anno ci consente di far diventare Grisignano il luogo per eccellenza della socialità, dell’amicizia, della condivisione».